Accompagnamento in Ospedale

 

L’assistenza al travaglio a domicilio e accompagnamento in ospedale consente alle donne che desiderano partorire presso la struttura ospedaliera, ma che al contempo non vogliono muoversi da casa troppo presto di vivere una parte del loro travaglio tra le mura domestiche, accompagnate dall’assistenza dell’ostetrica scelta sia a domicilio, sia presso il punto nascita ospedaliero.
L’ambiente di casa essendo luogo intimo e famigliare ha infatti influenze positive sulle tempistiche, l’andamento e l’esito del travaglio stesso.

Il servizio prevede che la donna sia raggiunta a casa dall’ostetrica nelle prime fasi del travaglio di parto.
Attraverso il rilevamento del benessere materno e fetale e la messa in atto di strategie di sostegno, l’ostetrica guida la donna e la coppia nelle fisiologiche evoluzioni del travaglio. Al momento giusto ci si reca tutti assieme in ospedale, dove l’ostetrica potrà rimanere con la coppia fino a due ore dopo il parto per accompagnare l’incontro tra i genitori e il loro bambino o bambina, favorire il corretto attacco al seno fondamentale per l’allattamento e sostenere la neomamma nei bisogni post-nascita.

Per questo servizio è importante che l’ostetrica abbia potuto seguire con più continuità possibile la donna in gravidanza e che si sia instaurata una relazione di conoscenza e fiducia reciproca.
La presa in carico è consigliabile possa avvenire entro la 32esima settimana di gestazione.

In periodo covid il servizio è sospeso per l’impossibilità delle ostetriche libere professioniste di fare accesso alla sala parto dell’ospedale con la coppia. Rimane attivo come valida alternativa il servizio di travaglio a domicilio.